Chi sono

Christine Buettner

è una ricercatrice spirituale che negli ultimi 16 anni si è dedicata intensamente all’insegnamento e alle sessioni one-to-one, sviluppando vie e strumenti che aiutano persone sensibili a risolvere problemi e a realizzarsi. Ha pubblicato Curare l’Energia della Casa e il set di carte Sentieri di Luce verso l’Uno.

Laureata in psicologia e specializzata in Costellazioni Sistemiche Familiari, dal 2005 accompagna numerose persone nel proprio percorso di crescita anche attraverso la creazione di spazi in cui il potenziale umano trova la sua ideale possibilità di realizzazione. Ha studiato medicina in Germania dov’è riconosciuta come Heilpraktiker, ovvero medico empirico, una figura professionale specializzata in medicina complementare. Nata con doti sensitive, fin dalla prima infanzia percepisce la qualità energetica degli spazi e la presenza di realtà immateriali. Ciò l’ha portata negli anni ad avviare una vasta ricerca sul mondo invisibile unita allo studio di efficaci strumenti utili a risolvere i diversi problemi di natura energetica di cui soffrono sia le persone che i luoghi. Tali studi ed intuizioni sono stati, negli anni, sottoposti ad un vasto pubblico attraverso corsi di formazione e percorsi individuali.

“Ritrovare vitalità, forza e ispirazione per crearti la vita che desideri, utilizzando la tua sensibilità, i tuoi talenti innati e concretizzando i tuoi desideri di cuore.

Goderti la tua vita, prenderla in mano e arrivare così a sentirti felice e appagato.”

E’ inoltre Operatore Olistico Professional Siaf, codice VE1369P-OP, disciplinato ai sensi della legge 4/2013 e svolge la sua attività tra la libera professione e l’insegnamento. P.Iva. 03049391208

 

Le mie specialità

  • Imparare a gestire la propria emotività e l’attività mentale
  • superare stanchezza e inerzia
  • trovare vigore ed energia vitale
  • migliorare il rapporto con gli altri
  • eliminare gli ostacoli che rallentano la propria realizzazione
  • raggiungere una comprensione più profonda della realtà
  • liberarsi da memorie cellulari negative che impediscono il libero dispiegarsi del pieno potenziale della propria anima.
  • Sciogliere blocchi e riconquistare serenità.
  • Comprendere ed esaudire i messaggi del
    proprio corpo.

 

Io e gli spazi

Una grossa parte del mio lavoro è dedicato alla creazione di spazi che accolgono e ospitano in maniera ideale la consapevolezza e le relazioni umane. Le persone mi chiamano per migliorare le loro abitazioni o gli spazi lavorativi. Studio come lo spazio influenza chi lo frequenta e come deve essere trasformato/modificato per stimolare l’aumento di consapevolezza, una buona salute, abbondanza e relazioni armoniose.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Perché mi piace rafforzare i sensibili?

La sensibilità e la sensitività sono il filo rosso della mia vita e della mia missione. Sensibili e sensitivi si nasce, poi c’è da vedere, se il tuo ambiente – i tuoi genitori, i tuoi amici, i tuoi insegnanti e così via– ti sanno accogliere con la tua sensibilità.

Nella maggior parte dei casi, non è così. E allora essere sensibili può diventare una grande sofferenza che spesso finisce con il chiudersi, con il cercare di indurirsi, con il mettere via la sensibilità.

 

Io dico: La sensibilità può cambiare il mondo! Perché la sensibilità contiene tutto: 

 

  • il cuore aperto – quindi l’amore,
  • la consapevolezza – quindi l’apprendimento e il progredire come anima
  • l’attenzione – quindi il riguardo nei confronti degli altri
  • il rispetto – quindi l’andare d’accordo e la pace.
  • il percepire – quindi sentire la connessione di tutto e l’unione di tutto.
  • il riconoscere – quindi senso di discernimento tra bene e male, riconoscere la verità, la vera bellezza, l’equilibrio, l’armonia e la giustizia.

 

Quando eliminiamo la sensibilità del nostro essere perdiamo queste cose e ci si imbruttisce.

In tutti i sensi.

Nella nostra società non c’è spazio per per la sensibilità e neppure per le persone sensitive. E’ per questo che c’è tanta bruttura e confusione.

Una cosa che spesso accomuna le persone sensibili è l’avere i tratti fini, i movimenti leggeri e uno sguardo sveglio.

 

I commenti sono chiusi.