Bild Your Life – Coaching per giovani

Bild Your Life – Coaching per giovani

I tempi che stiamo attraversando sono caratterizzati da grandi cambiamenti ben visibili all’interno della nostra società e tangibili nel intimo delle persone. Siamo davanti ad un sistema che non funziona più, che non è più adatto a noi, perché l’essere umano è cresciuto interiormente e si è continuato ad evolvere. Questo contrasto tra ieri e oggi, tra reale bisogno e forma, stride, imbruttisce e crea tanta sofferenza, spesso nascosta dietro una maschera di progresso.

Sempre più giovani sono in crisi e stanno male, perché non riescono trovare la propria strada e un senso nella vita.

Secondo le statistiche attuali i numeri di suicidio ed episodi di autolesionismo sono alle stelle e aumentati come non mai. La nostra società pare distratta e divisa davanti a questo fenomeno oscuro. Mancano palesemente nuove soluzioni più umane per questo immenso bisogno di aiuto, di guida, di orientamento e i genitori sono spesso abbandonati a se stessi.

Si da importanza all’implementare di nuove tecnologie nelle scuole, alla digitalizzazione, dimenticando che alla base della nostra felicità sta una buona salute, equilibrio interiore, unione, relazioni gratificanti, contatto con la natura, espressione creativa, coltivazione di propri talenti e per i più piccoli: un’atmosfera, si stimolante, ma anche tanto protetta, che permette lo sviluppo armonioso delle proprie emozioni, abilità cognitive e connessione spirituale.

Le istituzioni vengono spinte dal governo, dall’OMS, dall’ONU ad implementare “Agende” rappriccanti. Senza veli viene richiesto una sessualizzazione a partire dai 4 anni.   www.kla.tv/26670

Dal punto di vista animico i nostri giovani sono attrezzati per affrontare tutto questo, eppure è evidente che manca un tassello, altrimenti non saremo di fronte a tanta sofferenza.

La mia esperienza con i giovani è iniziata circa 15 anni fa con casi di completo isolamento, problemi relazioni, scolastici, insonnia, dipendenza affettiva e da sostanze, mobbing e forme di autolesionismo. Pur limitandomi sempre ad un mero lavoro di consapevolezza e supporto, ho avuto risultati sempre più evidenti e posso guardare indietro a vite cambiate decisamente in positivo.

Volutamente non interferisco con cure farmacologiche, psichiatriche o percorsi di psicoterapia. Mi affianco a quello che c’è, indicando il potenziale non visto, i punti forti, quello che funziona, ciò che può essere sviluppato e la direzione più percorribile. Riconosco cosa può funzionare e cosa no. In questo modo ho fatto risparmiare tempo ed energie.

Lavoro molto nel concreto, nel quotidiano, riportando la persona giovane verso se stessa: le radici, i propri bisogni basilari, le proprie inclinazioni, la bellezza dell’individualità, il corpo, i gusti personali, le piccole cose che in fondo rendono felici e le grandi imprese che rendono soddisfatti.

Guardiamo insieme cosa manca, cosa è di troppo, cosa si può lasciare andare, cosa bisogna sviluppare e raffinare.

Pongo molta attenzione ai contatti sociali di qualità, alla relazione autentica con i genitori, al rapporto onesto e rispettoso con se stessi.

Parto dal reale, dal corpo, da quello che fa male ora. Un’approccio sobrio che allo stesso tempo tiene conto della profondità dell’anima in cammino. Un metodo personale, ormai ventennale, che mi restituisce la soddisfazione di essere levatrice di nuova vita per sempre più persone.

Specialmente per i giovani ho due proposte di aiuto:

Clan dei Lupi, che si articola in un percorso che sfrutta la sinergia di gruppo, così come

gli incontri individuali in presenza o in videochiamata.

Se desideri saperne di più, scrivimi : whatsapp 3405859917

I commenti sono chiusi.