Come lavoro

Quanto dura ogni sessione?

La durata di una sessione varia tra i 60 e 90 minuti a secondo della tematica che viene trattata. Non è come dal psicoterapeuta che allo scatto del 55 esimo minuto ti manda via, anzi, da me esci quando senti di aver compiuto quel passo che sei venuto a completare con il mio sostegno.

 

Quanto dura il percorso?

Il percorso NON segue un protocollo (non costituisce una prestazione terapeutica), NON segue una struttura predeterminata, NON si svolge partendo da un modello, NON è unilateralmente determinato. Questo tipo di consulenza nasce dalla LIBERA DOMANDA di un soggetto che sente la necessità di crescere da ciò che gli sta capitando, e di farlo in modo diverso da ciò che ha trovato fino ad ora. Sarai sempre tu a decidere se e quando ritornare per fare il prossimo passo. Ognuno ha un ritmo diverso e a me piace rispettarlo.

 

Sono gia’ stato da uno psicologo in passato, e’ la stessa cosa?

La differenza che passa tra questa specifica consulenza e un percorso psicologico equivale alla differenza fra un un personal training ed un percorso di riabilitazione. Lo scopo della consulenza è quello di potenziare ed allenare le tue capacità, di ampliare le tue conoscenze e di espandere i tuoi orizzonti; di portarti ad un livello superiore per lavorare sul tuo benessere psicofisico, per definire o raggiungere obiettivi importanti nella tua vita, nelle tue relazioni e nella tua carriera professionale. La mia formazione ed il mio interesse professionale non sono volti al trattamento specifico di problematiche psicopatologiche né, tanto meno, alla riabilitazione funzionale. In consulenza non sei un “paziente” che va curato, ma un cliente che decide di usufruire di un servizio di enorme potenziamento della propria crescita personale:

Cosa non aspettarsi

  • Questa consulenza NON ha nulla a che vedere con il sostegno psicologico o con un percorso di psicoterapia individuale.
  • NON si effettuano diagnosi, test psicologici, valutazioni psicometriche di alcun tipo.
  • NON è finalizzata al recupero terapeutico o alla remissione di stati psicopatologici.
  • NON applica strumenti e metodologie volte al ripristino di una condizione di “normalità”.
  • La dimensione temporale coinvolta nella consulenza è quella del PRESENTE; il passato personale rientra solo se funzionale alla comprensione delle dinamiche che ostacolano il ripristino di una condizione di benessere psicofisico nel qui e ora.
  • Il percorso consulenziale NON è un percorso strutturato, predeterminato in luoghi, orari e giorni fissi, TUTTO viene concordato con il cliente nella massima flessibilità.
  • NON si somministrano farmaci di nessun tipo.
  • NON si redigono certificati e relazioni riguardanti il trattamento effettuato (dal momento che NON vi è un TRATTAMENTO terapeutico), né tantomento, vengono effettuare perizie psicologiche di alcun tipo.
  • La consulenza NON costituisce in alcun modo una prestazione sanitaria.

 

 

 

I commenti sono chiusi